Pepz presenta “Cloro”, il suo nuovo singolo

Noi ci cerchiamo allungando le braccia, ma le dita non si sfiorano nemmeno

Esperienze eterogenee nel panorama emergente hanno formato gli ascolti e l’espressione artistica di Pepz, che corona un lento ma costante processo di maturazione con la pubblicazione del singolo d’esordio intitolato Cloro. Plasmato in collaborazione con Adduci, il singolo rimarca un’intesa creativa già palesata attraverso l’uscita di “Parte di me” firmata dal cantautore di stanza a Milano.

Cloro è una canzone d’estate, in linea con il retrogusto agrodolce che da diversi mesi sembra ormai non andare più via dal nostro palato: in quasi tre minuti di pop ragionato, dove le venature cantautorali sono palesi, Pepz irradia una personale richiesta d’aiuto attraverso lucida delicatezza. La scrittura labirintica nel ritornello si rivela un sottile gioco di concetti che si dischiude ai timpani nello sviluppo delle strofe: l’interlocutore dei versi in musica si palesa con precisione nonostante la scelta di mantenerne l’anonimato, ed in questa fitta coltre non ci resta altro che prendere atto di come si possa essere punk, diretti nel dire le cose in faccia senza fronzoli anche con una veste melodica intima e aggraziata.

Cloro è solo il primo passo di una poetica che ha le idee ben chiare e la messa a fuoco su come farle arrivare agli ascoltatori.

Dal 31 luglio è disponibile su YouTube il videoclip ufficiale del brano: la regia, firmata da Francesco Mucci per Il Grigio Production, rappresenta Pepz alle prese con la solitudine di questa estate agrodolce e l’incertezza riguardo un bagno in piscina. Design moderno, lineare e pulito che evade i campi d’azione canonici per invadere la musica. Una commistione che ci fa sentire, ora più che mai, la necessità di lasciarsi portare via.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *