Identità, il nuovo singolo de “I Funketti Allucinogeni”

Chi sono? Dove sono? Cosa mi manca per essere davvero felice? Qual è il mio posto nelmondo?” 

Sono questi gli interrogativi che ruotano attorno al nuovo singolo “Identità”, brano di profonda ricerca e dai toni contrastanti.
Continua il “fil rouge” iniziato con “Troppo sul serio”, qui ripreso in una maniera più introspettiva, sottolineando la confusione labirintica che attanaglia le giornate di chi ancora non ha trovato la propria strada. 

Molti giovani sono bloccati in questa stato di sospensione, sentendosi sempre più impotenti contro l’inesorabile scorrere del tempo. Alcuni temono il confronto con chi ha raggiunto i propri obiettivi, guardandoli talvolta con ammirazione, talvolta con invidia e rassegnazione. 

La crisi di identità ci porta a mettere in discussione tutte le certezze che credevamo di aver conquistato, evidenziando i sacrifici che il cambiamento richiede. 

Il testo sottolinea, con  un continuo crescendo e cambi di dinamica, la difficoltà di intraprendere delle scelte, dalle più semplici a quelle più complesse.
Il brano si apre con un accordo sospeso, suonato da un acido sintetizzatore, per rimarcare lo stato di abbandono e di confusione mentre la sezione ritmica ribadisce il panta rei: lo scorrere del tempo, la pulsazione frenetica del mondo. 

La presenza di un quartetto d’archi dona al brano un’ulteriore profondità, i quattro strumenti sono le pareti della casa in cui ci rinchiudiamo e in cui cerchiamo noi stessi, la chitarra è la nostra voce che urla rabbiosa, distorcendosi.
Il violento finale strumentale “progressive” in 7/8 crea un vorticoso loop, sostituendosi al testo ed estremizzando la tematica del brano, terminando poi con una chiusura aperta e in dissolvenza, che chiunque può interpretare a modo proprio, proprio perché l’identità è un qualcosa di soggettivo e unico.

I FUNKETTI ALLUCINOGENI, CHI SONO.

Quartetto crossover con contaminazioni funk, rock e rap, nato dalle sperimentazioni di Matteo Spinelli (batteria), Piergiulio Palmisano (chitarra), Gabriele Cavallo (voce e tastiere) e Riccardo Cavallo (basso). Il diverso background musicale di ognuno di loro dà vita all’originale sound del gruppo, fortemente eclettico e psichedelico. 

Iniziano sin da subito ad ottenere apprezzamento, vincendo nel 2014 sia il primo premio che il premio originalità del Brain Music Contest al Salento Fun Park di Mesagne. Tra il 2015 e il 2017, l’affermazione in altri concorsi dà loro la possibilità di condividere il palco con artisti quali James Senese, Subsonica, Marina Rei e Giorgio Canali, nonché di aprire i concerti di Colle der Fomento,Bundamove, Nando Popu e General Levy. Nel 2019 vincono il Wau Contest, premiati da Max Casacci dei Subsonica; nello stesso anno partecipano al Rock in Day a San Vito dei Normanni aprendo ai Punkreas. In seguito alla pubblicazione dell’EP “Ombre” nel 2018, iniziano la collaborazione con XO la factory, Cabezon ed Elephant Music. 

Il loro primo album, in uscita nel 2021, sarà interamente registrato e prodotto da Trulletto Records

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *