Esce “Io, Domenico e tu”: il nuovo disco di Mirco Menna

Dal 25 Agosto disponibile in tutti i digital store il nuovo lavoro del cantautore bolognese Mirco Menna che porta in scena un prezioso riconoscimento al grande Domenico Modugno

Un progetto nato da un’intensa attività live, collezionando riscontri e consensi in tutta Italia. Dal 25 Agosto tutto questo si racchiude in un unico disco dal titolo “Io, Domenico e tu” pubblicato da Protosound Records.
In tutti gli store digitali e presto anche in distribuzione tradizionale.
Protagonista è il carattere inconfondibile del cantautore bolognese Mirco Menna che porta in scena un lavoro che non racconta solo un concerto registrato presso La Casa della Musica di Trieste, ma riesce anche a far rivivere in pieno la straordinaria magia e quel retrogusto di preziosa nostalgia italiana che riveste e consacra negli anni quello che è stato lo scenario musicale di Domenico Modugno.
Sul palco con Menna troviamo anche Enrico Guerzoni al violoncello, Maurizio Piancastelli alla tromba e tastiere e Roberto Rossi alla batteria, percussioni, flauto e cori. Tra gli ospiti nomi importanti della nuova scena autorale italiana, come Mario Incudine (nel brano “La donna riccia”) e Patrizia Cirulli (nel brano “Tu si ‘na cosa grande”).
Alla fine è musica che diventa privilegio, un prezioso istante che vale la pena condividere con tutti.
Mirco Menna, bolognese di origine, classe 1963, autore e compositore, esordisce come cantautore nel 2002 con l’album “Nebbia di idee”: per questo lavoro è premiato al M.E.I. di Faenza come artista emergente dell’anno. L’album si fregia del plauso autografo di un maestro come Paolo Conte: “… finalmente un disco saporito ed elegante…”
Alla fine del 2006 esce il secondo disco “Ecco” che vanta un prezioso incipit in versi firmati e recitati da Fernanda Pivano.
Da qui seguono una serie numerosa di successi, dalla collaborazione come cantante e frontman con Il Parto Delle Nuvole Pesanti fino al suo ultimo disco nel 2010 dal titolo “…e l’italiano ride” assieme alla Banda d’Avola, ospite e protagonista anche sul palco del Premio Tenco dello stesso anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *